Come proteggere i tatuaggi al sole?

Come proteggere i tatuaggi al sole?

Proteggere i tatuaggi durante l’esposizione solare è molto importante. Innanzitutto per scongiurare irritazioni o reazioni allergiche e poi per evitare di far perdere lucentezza al disegno che poco alla volta, sbiadisce…

Dall’infinito alle farfalle, dalle citazioni alle scritte in lingue asiatiche, ai tribali che non passano mai di moda, da segno di ribellione, il tatuaggio è diventato fenomeno di massa, appoggiato da calciatori e showgirl e subito raccolto dalle masse. Tuttavia, c'è da prestare molta attenzione, poichè non immune da effetti collaterali.

Sotto il sole, la pelle tatuata necessita di attenzioni specifiche, in quanto il tatuaggio è una vera e propria lesione della pelle.

Prima regola: NON ESPORRE I TATUAGGI NUOVI AL SOLE.

Naturalmente i tatuaggi più delicati sono quelli appena fatti, che vanno trattati come una vera e propria ferita.  In questi casi non è possibile esporsi al sole durante le prime 4 settimane dalla realizzazione. Dopodiché prestare comunque attenzione al rischio di reazioni allergiche e di fotosensibilizzazione che possono causare eczemi e vescicole. In gioco, oltre alla salute, c’è anche la bellezza del tatuaggio, per evitare che si sbiadisca perdendo la sua brillantezza.

Seconda regola: USA UNA PROTEZIONE SOLARE ALTA.

Dopo 4 settimane è possibile esporre il tatuaggio, a patto di utilizzare uno schermo solare SPF50+. Per i tatuaggi piccoli è perfetto un solare in stick, su i tatuaggi grandi una crema, avendo cura di ripetere l'operazione ogni 1 o 2 ore e comunque sempre dopo ogni bagno in mare o piscina.

Coola Mineral Sport SPF50 Stick è uno stick viso alta protezione: lo scudo minerale composto dall’ossido di zinco riflette i raggi UV in modo uniforme, mentre garantisce una protezione ad ampio spettro dai raggi UVA e UVB. La formula 70% biologica e resistente all'acqua per 80 minuti è arricchita con estratto di laminaria ricostituente, cocco idratante, olio di avocado e vitamina E ricca di antiossidanti.

Coola Classic Face Sport SPF 50 White Tea Moisturizer protegge la pelle e aumenta le difese cutanee. Resistente all’acqua (max 80 minuti) e dotata di SPF 50, contiene attivi di coltivazione di origine biologica, estratto organico di arnica che riduce l'infiammazione, olio biologico di semi di lino, ricco di Omega 3 e 6 che idrata e riduce il rossore, olio biologico di avocado, ad alto contenuto di vitamine A, B, E, e F che idrata, lenisce e ammorbidisce la cute.


Terza regola: NON ESPORSI NELLE ORE CALDE.

Va evitato di esporsi direttamente al sole tra le 11 e le 16. Il motivo? Scongiurare di surriscaldare la pelle e predisporla al rischio di bruciori, eczemi e allergie. I colori del tatuaggio contengono infatti dei metalli. Oltre al nickel, potente allergene, cadmio, piombo, cobalto, potenziali cancerogeni, possono contenere ossido di ferro, soprattutto i colori scuri come nero di china, rosso intenso e blu. Questi metalli attraggono i raggi calorici, ossia infrarossi che, non potendo essere dispersi, surriscaldano la cute.

Assumere i giusti integratori alimentari, cominciando qualche settimana prima e proseguendo per tutto il periodo in cui ci si espone al sole. Si garantisce così un’adeguata protezione dai raggi UV dannosi: BOOSTING ASTAXANTHIN di Simris Alg è il prodotto giusto, è sufficiente assumere due perle al giorno per almeno un 45/60 giorni. La tua pelle ringrazierà, i tatuaggi saranno protetti e l’abbronzatura sana e splendente!!

BOOSTING ASTAXANTHIN di Simris Alg è un integratore di astaxantina ottenuta dall'Haematococcus Pluvialis, la microalga responsabile della colorazione della maggior parte dei pesci e dei crostacei.  "Coltivata" in Svezia, è naturale al 100%. Ha una forte azione nei confronti dei radicali liberi, migliora notevolmente l'aspetto e il tono della pelle, utile prima di  partire per una vacanza al mare o al sole. Aiuta ad ottenere un'abbronzatura uniforme e a prevenire scottature ed eritemi.

Quarta regola: NO A ESPOSIZIONI PROLUNGATE.

Anche la pelle sana non è al riparo da danni in caso di un’esposizione prolungata al sole pur con una protezione solare. Con il tempo i filtri tendono a perdere il loro potere protettivo e comunque non riescono a proteggere dall’effetto della luce visibile. Se proprio non è possibile evitare di esporsi, meglio coprire il tatuaggio, con una benda o un indumento.  

Quinta regola: ATTENZIONE AI LETTINI ABBRONZANTI

In caso di abbronzatura artificiale servono più attenzioni rispetto all’esposizione solare. Primo perché di solito non si usa il solare, secondo perché i raggi sono più forti e concentrati, senza contare il fatto che principalmente si tratta di UVA, i raggi più ‘lunghi’ che penetrano nel derma, danneggiando le strutture profonde della pelle e rendendo rendere più opaco il tattoo.

L’insidia mascherata. Non esiste un rapporto causa effetto dimostrato scientificamente tra tatuaggio e melanoma. Tuttavia il colore del tatuaggio può nascondere l’insorgere di macchie sulla pelle e ritardare la diagnosi di tumore. Il melanoma, che si presenta pigmentato di nero o di marrone scuro, può essere facilmente confuso con il colore del tatuaggio. Occhio quindi al tattoo: se cambia forma oppure cresce, è importante consultare subito un dermatologo.


In caso di abbronzatura artificiale per i tatuaggi servono più attenzioni rispetto all’esposizione solare. Primo perché di solito non si usa il solare, secondo perché i raggi sono più forti e concentrati

Prima volta su Noor The Beauty Shop?
Scopri chi siamo e tutti i nostri solari.



.