Complici alla luce del sole

Complici alla luce del sole

Con la bella stagione cresce la voglia di scoprirsi per godere dei benefici del sole. Primo fra tutti l’abbronzatura. Ma il debutto in spiaggia cela sempre un sottile imbarazzo. I “nemici” che si temono sono quasi per tutti gli stessi: pelle pallida, cuscinetti e cellulite.

Problemi da affrontare con una strategia che aggira l’ostacolo.

Se le imperfezioni che affliggono non si possono cancellare, si può mirare a valorizzare i propri punti di forza. Per attuare il piano, però c’è bisogno di “complici” a partire dai costumi da bagno, la nostra “seconda pelle”.

Ci sono molti modi per celare l’imbarazzo delle primissime esposizioni al sole….iniziamo aiutando la pelle a sentirsi a suo agio!

Strategie anti - imbarazzo

L’abbronzatura è una sorta di vestito virtuale che abbassa l’ansia di sentirsi nudi. Alla luce del sole, inoltre, la pelle abbronzata uniforma le imperfezioni facendole sembrare meno evidenti. Comunque, per superare l’empasse della pelle chiara, ci sono alcuni trucchi.

  • Qualche giorno prima di esporsi, si può utilizzare l’autoabbronzante. Gli ultimi tipi assicurano tutta la naturalezza di una giornata al sole.
  • In caso di vene varicose, macchie e cicatrici, ci sono particolari fondotinta per il corpo che, oltre a mascherare le discromie, proteggono le parti delicate con filtri solari.
  • Un velo di rossetto, un filo di mascara, o una pennellata di terra, servono a deviare l’attenzione sul viso.
  • Anche gli accessori sono utili: orecchini e cavigliere con forme particolari.
  • Infine, per alzare il livello di protezione, niente di meglio di un paio d’occhiali…..rigorosamente scuri…..e un bel cappello di paglia…...magari a tesa larga.
  • I cosmetici amici

    Diamo un po' di colore alla pelle "bianca"!

    BODY Organic Sunless Tan Dry Oil Mist di Coola Suncare è un olio secco spray per il corpo, 70 % Biologico, formulato con un mix di Olio di Argan, Vitamina C, Ibisco e Estratto di Camomilla. Finalmente un prodotto che dona un colorito modulabile e naturale che dura fino a 3 giorni, non lascia tracce e soprattutto non unge. Nella collezione Sunless Tan di COOLA troviamo anche un prodotto per il viso.

    Se oltre ad un’abbronzatura naturale, cerchi una pelle tonica e una sana luminosità allora la soluzione è sempre da cercare tra la collezione SUNLESS TAN….Coola propone Gradual Tan Firming Lotion.

    E’ una lozione autoabbronzante dalla formula organica, che regala un colorito sano e dorato e nel contempo nutre e rassoda la pelle grazie all’estratto di Caffeina contenuto. Sviluppa l’abbronzatura in modo gentile man mano ad ogni utilizzo. Contiene olio di Baobab che infonde la pelle con vitamine e il Burro di Karitè per un’intensa idratazione.

    Il lipstick perfetto per l’estate……proteggiamo anche loro!

    Mineral LipLux SPF30 di Coola Suncare: una gamma di lipstick con protezione solare in diverse tonalità, per proteggere anche le labbra dai raggi UV e “vestirle” con brillanti tonalità estive. Formulati con Burro organico di Cupuacu e olio di Mongongo, sono estremamente efficaci nell'aumentare l'idratazione naturale delle labbra, promuovendo morbidezza e nutrimento.

    Abbronzatura si.....ma alla larga da scottature ed eritemi

    Gli Spray solari per il corpo, Organic Sheer Sunscreen Mist di Soleil Toujours a protezione SPF30 ed SPF50 proteggono in tutta sicurezza dai danni dei raggi UV, garantendo una sana e radiosa abbronzatura. Completamente privi di Ossibenzone o Ottinoxato, noti interferenti endocrini e allergenici, nonché nemici dei nostri mari e oceani, contengono invece il brevetto del brand EcoSun Complex®, un potente composto di alghe rosse, estere di Vitamina C, Vitamina E e Bisabololo, che migliora la protezione SPF, riduce i danni alla pelle indotti dai raggi solari e previene la lassità cutanea.

    La forza del colore

    Il costume migliore è quello il cui colore esalta il tono dell’abbronzatura. Le tonalità ideali sono quelle più in armonia con viso, occhi e capelli. Sono questi i 3 parametri su cui si gioca la scelta del costume.

    Per capire quali colori più si adattano al proprio tipo di pelle, si considera una distinzione in ‘sottotoni’.

    - Tipologia calda: l’abbronzatura è dorata, ambrata e marrone. É tipica delle bionde miele, delle castane dagli occhi nocciola o verdi, delle rosse, e delle castane scure dai riflessi dorati o ramati. La scelta dei colori va orientata su quelli più caldi: giallo zucca, rosso geranio, turchese, verde muschio, oro, bronzo.

    - Tipologia fredda: con abbronzatura rosata che, quando diventa scura, si avvicina al color ebano. É caratteristica delle bionde platino, delle castane cenere, delle castane scurissime e nere, delle ‘sale e pepe’. In questo caso si deve optare per il giallo limone, il rosso lampone, il fucsia, il pervinca, il verde smeraldo, l’argento.

    Anche riguardo all’intensità del colore, dai tenui ai forti, ci sono delle indicazioni di massima.

    - Alle scure si addicono i colori più scuri e i toni più accesi. Le fantasie con contrasti decisi e gli optical, rigorosamente in bianco e nero.

    - Chi, invece, ha capelli e occhi medio - scuri ha bisogno di gradazioni più soft e le fantasie tono su tono.

    - Le chiare, infine, stanno bene con toni di colore chiari e delicati.

    - Il nero, poi, non è la panacea.  È perfetto per le scure e le ‘brillanti’, ossia con occhi ‘gioiello’ e carnagione chiara. Negli altri casi attira maggiormente l’attenzione sul corpo.

    - Il bianco, infine, non è tutto uguale. Quello ottico, cioè puro e quasi argenteo, è indicato per le scure dal sottotono freddo, per le brillanti e le brizzolate. Le tipologie calde stanno meglio, invece, con un tono più morbido, lievemente dorato.

    Forme in armonia

    La moda, oltre al classico tinta unita in lycra, presenta costumi con diverse fantasie e consistenze. Anche qui, però, la scelta va fatta non solo considerando il gusto personale, ma anche l’effetto ottico che si delinea sul corpo.

    Fantasie: i disegni floreali, i pois e i maculati ‘leopardati’ si addicono alle figure curvilinee. Ai fisici più squadrati, con spalle ben in vista e fianchi non rotondi, stanno meglio disegni astratti, rigati, o tigrati.

    Anche la proporzione con la corporatura, ha il suo peso. Le donne piccole e minute devono scegliere fantasie non troppo evidenti. Quelle alte con ossatura grossa usare i disegni grandi.

    Lo stesso consiglio vale per la consistenza del tessuto. Alle corporature più leggere si confanno tessuti sottili e con poco spessore come la lycra. A quelle più pesanti si adattano meglio i tessuti più sostenuti, come il jeans, o doppi, come quelli all’uncinetto.

    Questione di stile

    Ci sono particolari che a volte sfuggono all’attenzione. Piccoli dettagli che, però, fanno la differenza: tra il buon e il cattivo gusto.

    - Il seno: attenzione a non farlo uscire di fianco. Anche perché, contenendolo ai lati, si aumenta il volume nella parte centrale.

    - Il tanga: quando si sceglie, per esibire le forme o soltanto per aumentare la superficie esposta al sole, il copricostume o la maglietta devono coprire il fianco. Altrimenti si rischia di sembrare nudi. È preferibile qualcosa di lungo, magari trasparente, oppure shorts con una t-shirt all’ombelico.

    - Le ciabatte: occhio al numero, per evitare che il tallone debordi. È preferibile scegliere un numero in più. In fondo si è in vacanza e la comodità è d’obbligo.



    This websites use cookies. By continuing to browse the site you are agreeing to our use of cookies. Cookie policy Ok, do il consenso