Il modo in cui curiamo la pelle può fare davvero la differenza. Che si nota ancor più in fatto di detersione. E anche se la ‘routine’ è una parola che echeggia ripetitività e monotonia, la costanza con cui si pratica il gesto ripaga degli sforzi.

In più, a prescindere che sia una detersione rapida seguita da un’emulsione idratante oppure una completa di 10 passaggi, sulla scia di quelle coreane, è un puro ‘me-time’, da dedicarsi. Perché ce lo meritiamo. E se poi i gesti di detersione sono due, ancora meglio.  

Cos'è la doppia pulizia?

La doppia pulizia è un vero cult, non solo perché consigliata dai professionisti dell’estetica, ma anche perché rappresenta la ‘spina dorsale’ di molte routine di cura della cosiddetta K-beauty. D’altronde è estremamente importante rimuovere trucco, sporco e sostanze inquinanti accumulate sulla pelle durante il giorno, prima di andare a letto. Dormire con il trucco o dimenticare di sciacquarsi il viso prima di coricarsi è una prassi da dimenticare, in quanto può ostruire i pori e aprire la porta, specie su cuti ricche di lipidi, a ponfi e acne. Su questo i dermatologi concordano: prima serve ‘agganciare’ impurità e make-up resistenti, poi occorre disfarsene, lavandole via.   

Ecco come funziona....

STEP 1

Per prima cosa si utilizza un detergente a base oleosa oppure un’acqua micellare per eliminare il trucco (specialmente se long-lasting) e l’accumulo di sebo. Le micelle, contenute in un’emulsione neutra non schiumogena, o i lipidi contenuti nel cleanser oleoso, detergono con efficacia ma soprattutto con delicatezza, restituendo alla pelle oli nutrienti che non la disidratano.

Erase Balm Cleanser di Pestle & Mortar è un detergente balsamo che rimuove trucco e impurità, lasciando la pelle pulita e morbida, pronta per ricevere la beauty routine serale. Alla base l’olio di limnanthes alba, nome botanico di una pianta dal fiore a petali bianchi, detta anche ‘schiuma dei prati’ per via della fioritura nel mese di maggio. In più, un cocktail di oli spremuti a freddo: di semi d’uva, di semi di fico d'India ed enzimi di zucca che stimolano il ricambio cellulare, combattono i radicali liberi e aiutano la pelle a rimanere ben idratata.

Tri-Balm di Francess Prescott è un inedito balsamo detergente in stick. Un cosmetico polifunzionale, che deterge ed esfolia, lasciando la pelle profondamente idratata e morbida, ideale anche per la detersione ‘on-the-go’, in viaggio o in palestra. Al cuore un trio di oli: quello ricavato dai semi di girasole, ricco di vitamina E, di mandorle dolci, dalle proprietà nutritive e lenitive, infine di palma, con proprietà emollienti, lavorato mediante criteri di eco-sostenibilità.

Pure Marula Cleansing Oil di African Botanics è un detergente antiossidante e restitutivo con una leggera azione esfoliante, grazie all’azione degli acidi della frutta. Nella formula un complesso lenitivo di oli antinfiammatori di marula, moringa e baobab, mentre estratti di camomilla, vaniglia e pompelmo leniscono le irritazioni. Da notare i super poteri della moringa: pianta tropicale, detta anche ‘albero dei miracoli’ e considerata negli ultimi anni tra i più potenti un superfood. Nella cosmesi si sfruttano i suoi acidi grassi, fitosteroli, vitamine A, E, C, oltre alla capacità di riequilibrare il sebo.

STEP 2

Dopo il primo passaggio, che aggancia le sostanze impure e oleose, la seconda fase idrofila elimina i residui grazie a tensioattivi schiumogeni, seppur sempre delicati. Qui è importante massaggiare lievemente il prodotto dal basso verso l’alto e l’esterno, andando così a lavorare al meglio i pori della pelle.

Vital Foaming Cleanser di Nuori è un detergente cremoso, che rimuove le impurità in modo efficace ma delicato, grazie alla presenza di estratto di avena e coco-betaina, un tensioattivo derivato dall'olio di cocco, utilizzato insieme ad altri tensioattivi per rendere la formula più dolce. In più un enzima ricavato dal melograno e l’estratto di radice di rafano consentono una blanda esfoliazione. La glicerina di origine vegetale previene la disidratazione, lasciando la pelle morbida e levigata.

Foaming Cleanser di Verso deterge e purifica senza causare secchezza e lasciando una piacevole sensazione di freschezza. Nella formula burro di karité  addolcente, acidi della frutta leviganti che donano luminosità, infine vitamina E, perché anche un detergente può aiutare a difendersi dall’attacco dei radicali liberi.

Raddoppiano i vantaggi

1. Innanzitutto migliora la rimozione delle impurità e delle sostanze inquinanti, le cui particelle infinitesimali, specie se non si è truccati, possono penetrare nella pelle se non deterse in modo efficace.

2. Previene l’invecchiamento e le infiammazioni cutanee, tra l’altro strettamente collegate. In profondità i radicali liberi del particolato creano stress ossidativo, che danneggia le fibre di sostegno e la produzione di collagene da parte dei fibroblasti.

3. Usare due detergenti è un modo per sfruttare i benefici dei fondotinta ultraresistenti e al contempo essere certi di non ‘sporcare’ la pelle, ostruendo i pori, con l’uso continuato e una rimozione parziale.

4. È un gesto cosmetico che incentiva l’assorbimento degli attivi usati nella cura. Immaginiamo la pelle come una tela: se vogliamo assicurarci un’ottimale stesura e penetrazione del colore, è importante assicurarsi una superficie ben pulita e levigata.

È utile sapere

1. La doppia detersione è un must di sera, specie se in presenza di trucco, mentre non è necessaria il mattino (sempre a patto che ci si sia struccati la notte precedente). Appena alzati, usare un detergente schiumogeno è utile per rimuovere batteri e sostanze grasse che arrivano su occhi e pelle dai capelli, mentre ci si rigira nel letto.

2. Detergere eccessivamente la pelle seborroica può indurre un paradossale effetto rebound: le cellule già ipersensibili potrebbero interpretare la rimozione del sebo con la doppia detersione come una buona ragione per produrre altro sebo.